Un rione fantastico

Nella mente di tutti ci sono quei 1200 metri condotti alla grande, per poi piano piano farsi sfuggire di mano un altro palio, l'ennesimo. Stiamo vivendo però un periodo anomalo dove un uomo, Gabriele Solari, sta facendo la differenza scrivendo pagine di storia. Quindi non possiamo rammaricarci più di tanto di fronte un grandissimo atleta che non ha trovato rivali in questi ultimi 15 anni.

Scusateci

Secondi al traguardo al termine di una gara che ci ha visto avanti ai 1200 metri e pari alla Fortezza ai 1600. Poi il guzzo di Solari se n'è andato e per noi è arrivata la medaglia d'argento con un distacco di circa 14 secondi. 24 minuti e 22 secondi per i vincitori, noi a  18 secondi. La cosa che più dispiace è che non ci siamo allenati otto mesi per fare un tempo da anni 90 con mare calmo.

Cena Rionale riuscita perfettamente

Nonostante le avversità presentate dalle previsioni meteorologiche il direttivo pilarellaio ce l'ha fatta ad organizzare uno degli eventi più importanti dell'anno. Solo alle 17 abbiamo sciolto le riserve del caso e scartate le ipotesi Giardino Jacovacci, per motivi logistici, e il solito lastricato grigio della piazza sotto la nostra bandiera, per mare e vento forti, abbiamo optato per la piazza vera e propria davanti il Palazzo Comunale.

Si entra nel vivo

Il 1° di agosto è come una sveglia che ci dice all'orecchio "Wake up, Palio is coming". Ed infatti si parte subito a bomba con eventi e date che ci fanno entrare sempre più nel vivo nel clima a noi più caro. Intanto oggi alle 18.30 fuori al Comune avverrà la seconda misurazione dei remi, occasione questa per verificare nuovamente la regolarità delle pale che andranno a solcare le acque del Turchese.

Eccoci alla Consegna

Poco più di 24 ore al primo appuntamento ufficiale del palio del 2016. In una giornata piena di eventi verranno assegnati i guzzi ufficiali ai quattro rioni. La Pilarella come sempre è pronta all'appuntamento e da lunedì gli equipaggi di Palio e Palietto potranno solcare le acque del Turchese con il battello ufficiale assegnatole dalla dea bendata. La cabala dice Libeccio, i messaggi subliminali Grecale, la tradizione Scirocco.

Ci lascia un ex capitano

Non inizia nel migliore dei modi l'ultimo weekend del mese di giugno. Nel pomeriggio di venerdì infatti la notizia della scomparsa di Renato Jacovacci, ex dipendente della Cassa di Risparmio di Firenze di cui è stato anche direttore, ma soprattutto, per quel che ci riguarda, capitano rosso bianco blù d'inizio anni '80. Nel 1981 successe al compianto Luciano Giovani riuscendo a bissare il palio vinto l'anno prima con un'altra splendida vittoria.