Poco più di un mese

La consegna dei battelli di quest'anno arriva più tardi del solito visto che la seconda domenica di luglio, come da statuto, è in programma il 14. I nuovi guzzi, o meglio i vecchi restaurati, saranno messi alla prova già dalla prossima settimana, anche se bisognerà aspettare qualche uscita prima di testarli, visto che ci sarà da regolare pedane, cuscini e tutto quello che ne comporta. I nostri ragazzi arrivano a metà luglio dopo aver affrontato un inverno ed una primavera parecchio impegnativa.

Con la Colonia s'inizia a carburare

Lunedi 17 sarà il primo giorno della Colonia riservata ai bambini dagli 8 ai 6 anni. Il rione come sempre si prepara ai mesi più caldi sia di temperatura che di eventi legati al palio marinaro. Non siamo mai troppi nel dare una mano ad organizzare il tutto ed è bene accetto il supporto di qualsiasi pilarellaio che volesse contribuire alla perfetta riuscita di ogni manifestazione. Oltre alle date tradizionali dalla consegna, alla Processione del Santo Patrono, dal Palietto, alla Cena Rionale, alla giornata di Ferragosto, ci sono molte attività che durano più di un giorno e che vedono all'opera decine di ragazzi e adulti.

In archivio la Festa di Primavera

Domenica come di consueto si è svolta la Festa di Primavera, evento d'inizio stagione che porta nelle casse rionali qualche soldino che fa sempre comodo. Il tradizionale stand alimentare ha richiamato centinaia di paesani e turisti, stessa cosa per i bancarelli rionali che hanno fatto capolino quest'anno per la prima volta. L'appuntamento clou della giornata è stato il Palio delle donne, il primo senza i guzzi ufficiali. Ricordiamo infatti che i quattro battelli comunali sono in restauro, lavoro che verrà ultimato ad inizio estate.

Storie dell'altro secolo: L'ALTRO CONSUMI

Credo di non esagerare nell'affermare che, per ciò che riguarda la sfera Palio Marinaro, Osvaldo Consumi sia stato il più grande Pilarellaio di tutti i tempi. Pur non avendo partecipato ad alcuna regata e non essere mai stato il capitano del rione, ha avuto una carica decisionale mai più riscontrata in alcuno anche se, per oltre trentanni ha vissuto lontano dal paese. Allora se i tempi non tornavano ti trovavi in terra la sera stessa, non come oggi che si cercano scuse impossibili pur di arrivare al 15 senza rotture di coglioni.

Sangue pilarellaio

"Cari rionali, ho il piacere di annunciarvi che anche quest'anno, il secondo consecutivo, i valorosi vogatori Carlo e Giuseppe Loffredo difenderanno i nostri colori il giorno di ferragosto. Il nostro sarà un equipaggio composto completamente da Loffredo, infatti al timone avremo Vittorio e ai remi Franco ed Elio! Il consiglio rionale ha messo tutto il suo impegno per formare questo eccellente armo e siamo sicuri che quest'anno torneremo alla vittoria! Ed ora vi lascio al Quintetto Sirena che, con la loro musica, allieterà il resto della festa".

A cena con l'equipaggio

Com'è oramai da tradizione da qualche anno a questa parte la Pilarella organizza la consueta cena di primavera con l'equipaggio. Sarà questa un'occasione per iniziare a far sentire il calore dei propri rionali ai ragazzi che difenderanno i nostri colori nel palio di ferragosto. L'appuntamento sarà per venerdi 12 aprile presso il ristorante La Pace, locale che ha riaperto i battenti da qualche settimana sotto la guida di un pilarellaio ex paliante, ovvero Stefano Guzzon.