Publio Nostro – 320 Pitteri

Trecentoventi pitteri, sessanta gagavozzoli 

picchiolettati bianco, rosso e blu, 

pesci martello e sogliole, tra lillere e tra lallere, 

son tutti al molo dove ci sei tu, 

la banda della refola, ci manda tutti in gogliola, 

sonando cazzarole e putipù,

e noi che semo bindoli, 

pilarellai simpatici 

cantiamo il canto dello schiuccusù

Oh marinaio, 

sei bello perchè sei pilarellaio, 

il primo solo del mattino sempre ti baciò col suo splendor,

pilarellaio, naturalmente devi vince il palio, 

fai in modo che sto quindici d’agosto ti saluti vincitor

Fichi, brugiotti e nespole, 

castagne secche e zizzere,

semine, caccaetti e dù frù-frù,

un golfo azzurro e limpido, 

fantastico, bellissimo 

al mondo, dimmi cosa vuoi di più?

se poi si mette in ghingheri 

‘sta pilarella splendida 

coi suoi colori bianco-rosso-blù

allora tutti i bindoli pilarellai simpatici 

rifanno il canto dello schiuccusù

Oh marinaio, 

sei bello perchè sei pilarellaio, 

il primo solo del mattino sempre ti baciò col suo splendor,

pilarellaio, naturalmente devi vince il palio, 

fai in modo che sto quindici d’agosto ti saluti vincitor