L’equipaggio 2016

Nella mattinata di ieri il direttivo rionale ha definitivamente chiuso con la formazione del nuovo equipaggio. Firmati i vogatori è stata la volta del timoniere. E così la Pilarella ad inizio ottobre ha già le idee chiare, cosa che gli permetterà di pianificare al meglio il lavoro in prospettiva Palio 2016. Finito un ciclo con i ragazzi che per diversi anni hanno difeso i nostri colori, e a cui ovviamente vanno tutti i nostri ringraziamenti per gli anni vissuti alla grande in Via del Molo, c’era l’esigenza d’iniziarne uno nuovo.

Di solito questo è sempre stato un lavoro difficile, ma abituati ad avere un equipaggio competitivo (almeno in questi ultimi anni) abbiamo cercato di mettere su un armo misto di esperienza e gioventù. Ne è venuto fuori un risultato più che accettabile, anzi, forse oltre le più rosee aspettative. Dino Pari (classe 1993) è un debuttante, ma non con la voga visto che da diversi anni è un semi-professionista nel mondo del canottaggio; non poteva gareggiare perchè nel 2012 aveva partecipato ad un palio ad Orbetello e quindi come da statuto doveva scontare una “punizione” che non gli permetteva per i tre anni seguenti di poter gareggiare per alcun rione qui a Porto S. Stefano. Scontata questa squalifica Dino, dopo aver seguito il nostro Palietto quest’anno, ha detto si alla Pilarella… Un altro giovane interessante chiamato un pò da tutti è stato Gianmarco Russo. Figlio del grande Franco, vincitore con noi nel 1995 e 1997, ha gareggiato quest’anno alla Croce come capovoga dimostrando tutto il suo valore. Strappato alla concorrenza ha subito sposato il nostro progetto… Per gli altri due posti a bordo dopo giorni di attesa hanno detto si Claudio Giovani e Fabrizio Costanzo. Il primo vinse con la Fortezza nel 2012 al quarto reme, per poi gareggiare con la Croce ed il Valle; pedina importante in uno scacchiere che aveva bisogno di un reme di prua valido e vincente. Sul secondo c’è poco da dire: parlano i numeri. Fabrizio ha vinto la Coppa D’Oro con la Fortezza nel 2014 confermandosi al secondo reme dopo tre anni fantastici, record della gara compreso. Con lui il rione acquista personalità, esperienza e mentalità vincente… Con i vogatori al loro posto siamo andati alla ricerca del timoniere e la decisione è stata quella di affidare il biagio ad Alessio Bausani detto Tuffetto;  già sette palii per lui e due vittorie nel 2007 con la Fortezza (l’anno in cui Fiorenzo s’infortunò prima della gara) e nel 2011 con la Croce grazie alla vittoria di un soffio su di noi… Ovviamente a capo di tutto la riconferma di Alessio Marzocchi come preparatore guida. Alessio ha avuto un ruolo importante nel convincere i ragazzi sia nel metodo di allenamento che negli stimoli da trasmettere.

Non ci resta che attendere il nuovo anno e che parta questa avventura. La Pilarella si rialza sempre e non molla mai. Sempre più convinti che grazie alla passione i risultati prima o poi arrivano. In bocca al lupo a tutti i protagonisti di questo nuovo capitolo rosso-bianco-blù…

 

{vsig}gallerie/eq16{/vsig}