Giudizio Universale: Modern Times

Amici lettori, la vacanza di Claudio mi ha tenuto lontano da voi più del previsto, ragion per cui, oggi mi troverò a scrivere qualcosa in riferimento ad alcuni fatti accaduti nelle settimane passate.

D’altra parte non è che l’ attualità dica molto. Con il bar Giulia chiuso, molte linguaccie, specialmente quelle che hanno superato da un pezzo gli anta se ne stanno a casa e da Chiodo, anche se non ci vanno in molti, quei pochi che ci vanno so boni e si fanno i c…i loro. A parte uno. Famo due và. A proposito di Chiodo, Cuccitelletta ha minacciato che un giorno, se ne avrà voglia (allora mi sa di no…), scriverà le sue memorie dei 25 anni passati al bar, in cui ci racconterà come sono fatti i Pilarellai. Quelli doc. Su quest’ultima casa ha pienamente ragione. Infatti il Pilarellaio vero, frequenta quel bar non il Giulia, che è roba da terrazzai. Però occhio a quello che scrivi che ti famo fa la fine di Levchenko. Noi il Polonio 210 te lo mettemo nell’orata al forno con le patata quando vai a mangià dal tuo amico. A parte scherzi scrivele ste memorie, che si divertimo.  Tempo fa uno mi ha fatto sapere che se era mia intenzione di parlare sempre male di Amerigo Loffredo mi avrebbe dato 20 euri così mi aprivo un sito. Lo potevo magari chiamare www.antip….a.it e così potevo scrivere quello che mi pareva. A parte che io non ce l’ho con Amerigo come persona, solo che non mi piace quello che fa come Capitano del Palio, come non mi piaceva chi l’ho a preceduto. Amerigo è stato rieletto a maggioranza. Se non sbaglio per la terza volta. Cioè vuol dire che c’è già stato 4 anni. Chi l’ha preceduto altri 4. Prima di loro Zi Moro nel 1998. Disse all’unanimità o nulla. Così si fa. Ma quest’anno lo sanno tutti che noi avevamo proposto Zi Moro. Proposta rigettata anche dal suo rione. E Zi Moro che mi combina? Accetta la carica di Direttore Tecnico. Chiamiamo a Staffelli per un bel gabibbo a Zi Moro. Qui non si capisce più nulla. Sembra che il Palio senza Capitano e senza Direttore non si fa. Sono più importanti loro dei vogatori. Ed infatti di vogatori non se ne trovano più, Si parla di rinnovamento. Ed allora andatevi a leggere i nomi del Direttivo di Argentario Vivo. Vi troverete il Capitano del Palio, il segretario, Nino di Norma, a me mi pare che c’è stato pure Zi Moro, il Sindaco quando non era sindaco, l’altro sindaco quando ancora non era sindaco, il direttore tecnico dell’ anno scorso, il vice di quest’anno. Ma allora? E i vogatori? Leggendo i commenti sembra che i rimedi li deve trovare il direttore tecnico. Che poi fa mette il gran pavese alla storta. Ma il Palio e’ quello. 4ooo metri, quattro battelli, 16 vogatori, 4 timonieri, 16 remi, e 4 timoni. Il bello è organizzare la sfilata e trovare idee per rilanciare il tutto. Sembra che solo noi siamo scontenti. E lo credo. La Croce è 8 anni che vede un suo rionale ultras (Neno e Amerigo) capitani. La Fortezza ha passato 60 anni in cui il solo pensiero e divertimento era scegliere quale sumaro portare alla sfilata, e ora si ritrovano a vincere 4 palii in cinque anni. E te credo che è tutto bello! Il Valle francamente non me lo spiego se non nell’ignoranza, nel senzo di ignorare. Ma era bello il tempo in cui si ignorava il nome del Capitano, ma si conosceva quello dei vogatori. Ora avviene il contrario. E le cose andranno a finire. La sfilata è una barca a torzo da anni. E non se ne esce fori. Sotto la Pace è gia’ finita. La colpa è pure nostra. Il prossimo anno noi partimo da li. Da sotto la Pace. Altro che la Bussola. Il problema dell’alcool. E Tele Tirreno. Bellissima la diretta. Ma quante persone se ne stanno a casa e non scendono in piazza? Sono già tante, non credete. Ma l’idea è bella soprattutto per chi è fori. Ma dico a Mastracca, che in estate ha detto che legge tutti giorni Pilarella.com e sopratutto gli articoli di Nanni, perché dalla consegna dei guzzi, al palio, non fa una puntata a settimana facendo parlare i protagonisti, ossia i vogatori, e non Luigino, il sindaco e compagnia bella. Perché i rioni invece di piangere i soldi, non organizzano manifestazioni per celebrare i vogatori di ieri e di oggi? Perché i consiglieri rionali non si chiedono why il 14 a mattina intorno ai guzzi non c’é più nessuno? Perché una volta il sindaco serviva solo a consegnare lo stendardo? Perché si eleggono i capitani dei rioni che sono amici del sindaco o del capitano del palio e poi si parla male del capitano del palio e del sindaco? Io a Claudio un paio di nomi li avevo fatti. Due persone che non sanno nemmeno quanti battelli fanno il palio. Mi ha detto che meglio non bruciarli ora. Li vorrei fare a voi, per sapere che ne pensate. Ma forse Merenda ha ragione. Ci vuole qualcuno apolitico, con calzoni scaciati al culo portati senza mutantde sotto, come Danielino di Orbetello che ha rilanciato alla grande il New Line. Altro che Argentario vivo!!!!!!!!

Altre puttanate:

gemelli diversi: Fabio Canino (conduttore televiso) – Alessandro Roncolini (Capitano Fortezza)

Modern Times di Bob Dylan disco dell’anno. Dopo 5 anni dall’ultimo lavoro, un disco pregno di blues stile Chicago e Jazz degli anni ’30. La voce è così chiara che non c’è bisogno di leggere i testi per capire i versi. Basta conoscere l’ Inglese. Se ci sono canzoni che si possono avvicinare ai suoi capolavori immortali? Certo che si, a cominciare da “Union Sundown” una ballata in difesa dei lavoratori americani.

“Ogni donna sogna di essere presa da dietro mentre lui gli tiene la testa per i capelli” (Barbara Palombelli)

Lo avevano vinto Nicola Piovani e Luis Becalov, quello che va a fa il bagno alla Caletta, ma lui no. Cinque nomination, mai un oscar. Ma era ed è da sempre il più forte. Finalmente un oscar per Ennio Morricone. La fama ed il successo sono del tutto meritati, basti pensare a quando inentò il fischio e il colpo di frusta che accompagnavano la cavalcata di “Per un pugno di dollari” rivoluzionando completamente la musica da western. Ma la colonna a cui io sono più legato e’ senza ombra di dubbio, quella soffusa voce di donna che canta ” Sean Sean ” (Scion Scion) in “Giu’ la testa “. Bastano quelle due note per riportarci in un attimo nel pieno della storia del film, in tutta la struggente e disperata sconfitta. Nell’ occasione ripeto al Maestro Castagna l’invito di regalarci per la prossima stagione estiva un concerto completamente dedicato al grande Ennio Morricone.

Due settimana fa il Torino ha festeggiato i suoi 100 anni di Storia, ed il mio pensiero è andato a due Grandi Pilarellai che da tempo non sono più fra noi. Due Grandi tifosi del Toro: Benedetto Mazzacane e Andrea Scotto. Li ricordo nel 1976, anno dell’ultimo scudetto, quando facevano nero ogni domenica Chiodo, il più grande tifoso juventino. Grandi Granata, Grandi Pilarellai, Grandi Uomini. Gente che non ce nè più così.

Qualche settimana fa è morto Arthur Freed, l’autore di “Singing in the rain”. E sti cazzi diranno in molti. La notizia mi ha colpito perché un estate di molti, ma molti anni fa, questa canzone, cantata da Frank Sinatra, sanciva la chiusura della serata alle Streghe. C’era sempre Bedini e le inglesine. Io penso che sia stato alla metà dei settanta. Un mio amico dice che erano i primi anni ottanta. C’è qualcuno che se lo ricorda? Il dj era un capellone biondo amico del Giosy. Estati memorabili.

L’Inter vincerà con almeno 20 punti di vantaggio. Ma questo scudetto conterà meno di quello che hanno sul petto. La cosa che lo svaluta, oltre la mancanza della Juve, del Milan e mettiamoci pure della Fiorentina, è l’acquisto di Ibra e Viera. Potevano farne a meno. Ma c’è una cosa che potrà cambiare l’esito di questa stagione: la vittoria della coppa campioni. Ma che biascia sempre Mancini?

Giancarlo Magalli è l’unico presentatore che mi garba.

Cucchione alla Fortezza è una scelta che mi lascia perplesso. Come quella di Ibra e Viera. Certo che a 40 anni mi sa che il palio na’ mai vinto nessuno. e nemmeno a 39. Non so Emilietto a quanti l’hanno vinto. Staremo a vedè.

Ma perché i siti rionali ignorano il palio? Pure questo. Bisognerebbe fare non dico ogni settimana un’intervista a qualche vogatore, per darli un po’ di merito e quella visione che meritano.

Filippo ho trovato una rubrica per te. Mettiti in contatto con Claudio. Più che altro dovrai fare l’intervistatore.

www.childrenfirst.it

Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti.

kaira
nanni