sabato, Marzo 2, 2024
Notizie

Di tante, la più bella…

La Pilarella non ha mai vinto la Coppa d' Oro, ma ha vinto più di tutti gli altri rioni. Ben 22 volte. E quando le vittorie sono tante, è difficile dire quale sia la più bella. Inoltre è ancora più difficile dare la definizione di "bella". Cambia da soggetto a soggetto…C'è chi gli piace vincere in tranquillità, senza patemi d'animo, con mezza vasca di vantaggio, chi al fotofinish, con il cuore che batte a 100 all'ora.

Ad oggi le nostre vittorie sono sempre state vittorie isolate, al massimo qualche doppietta. Questo da quando l'ambito trofeo è stato messo in palio. Quindi non possiamo dire che la vittoria più bella sia stata quella che ci ha fatto vincere qualcosa. Noi abbiamo vinto solo palii. Ma è questo lo spirito per cui è stata istituita la regata. Vincere il più possibile. Non importa quante volte di fila. Io che ho visto quasi tutte le vittorie, ed ho interpellato diversi rionali come me, sono convinto, a pari loro che, la vittoria più entusiasmante è stata quella del 1959. Una vittoria di forza, volontà e prepotenza. Di chi si è voluto riprendere ciò che ci era stato tolto l'anno prima. Ma sopratutto perché fu la vittoria di un rione intero, non solo dei vogatori. Quest'anno cade il 50esimo anniversario di quella strepitosa vittoria, e noi vogliamo ricordarla. Come vedrete nella grafica abbiamo inserito un richiamo al riguardo, ed in altra parte del sito potete trovare "Ad ogni vittoria la sua estate: 1959" che presto sarà arricchita di nuovi video per rendere meglio l'idea dell' epoca che stavamo vivendo. Inoltre verrà pubblicata un'inedita Storia dell'altro secolo: L'ultima volta, che racconta per filo e per segno quel magico anno. Durante l'anno faremo altre cose per ricordare i nostri ragazzi del 1959 anche perché questo mondo va così in fretta che, passato natale si pensa già al carnevale, passato carnevale alla pasqua, e c'è già chi, da ottobre festeggia la vittoria del palio 2009. Noi no, in attesa delle vittorie future, ci accontentiamo di celebrare quelle passate, ma sempre vive nei nostri cuori. E poi quella del 1959 è speciale, è qualcosa che rimarrà in eterno, è un po' l'apoteosi a cui fa seguito la fine di un dominio assoluto.

A voi non resta che seguirci. Come sempre.

Un Augurio di Felice 2009

la redazione